Joyce come Interactive Fiction

(mashup dal capitolo 17, edizione Einaudi) ] GUARDA MEMBRI COMPAGNIA BLOOM Martin Cunningham (a letto), Jack Power (a letto), Simon Dedalus (a letto), Tom Kernan (a letto), Ned Lambert (a letto), Joe Hynes (a letto), John Henry Menton (a letto), Bernard Corrigan (a letto), Patsy Dignam (a letto), Paddy Dignam (nella tomba) ] ASCOLTA La doppia ripercussione d’un passo che allontanavasi sulla terra dal ciel sostenuta, doppia vibrazione di un’arpa ebraica nel risuonante vicolo. ] ASCOLTA Il freddo dello spazio interstellare, migliaia di gradi sotto il punto di congelamento, ovvero lo zero assoluto Fahrenheit, centigrado o Réaumur: l’incipiente annuncio dell’alba prossima. ] RICORDA COMPAGNI Compagni ora defunti in vari modi e luoghi diversi: Percy Apjohn (caduto in combattimento, Modder River), Philip Gilligan (tisi, ospedale di Jervis Street), Matthew F. Kane (annegamento accidentale, Dublin Bay), Philip Moisel (piemia, Heytesbury Street), Michael Hart (tisi, ospedale Mater Misericordiae), Patrick Dignam (apoplessia, Sandymount). ] VAI SALA Con una profonda inspirazione fece ritorno, riattraversando il giardino, rientrando nel passaggio, richiudendo la porta. Con una breve espirazione riprese la candela, risalí le scale, si riavvicinò alla porta sul lato anteriore, pianoterra, ed entrò. ] STATO Il lobo temporale destro della sua cavità cranica venne a urtare contro una solida sporgenza lignea dove, un’infinitesimale ma percepibile frazione di secondo piú tardi, si localizzò una dolorosa sensazione come conseguenza delle sensazioni antecedenti già trasmesse e registrate. ] GUARDA STANZA Un sofà coperto di peluscio color prugna era stato trasferito di fronte alla porta e accanto al caminetto, vicino alla bandiera britannica avvolta accuratamente (alterazione che Bloom aveva spesso congetturato di compiere); il tavolo intarsiato a riquadri bianchi e blu di maiolica era stato posto di fronte alla porta, nel posto lasciato libero dal sofà color prugna; la credenza di noce (con aggetto angolare a causa del quale il suo ingresso s’era provvisoriamente arrestato) era stata spostata dalla posizione vicina alla porta a una piú vantaggiosa ma anche pericolosa, essendo davanti alla porta; due sedie erano state mosse dalla destra e sinistra del caminetto alla posizione originaria occupata dal tavolo di maiolica con riquadri bianchi e azzurri. ] GUARDA SEDIE Una: una poltrona bassa imbottita, con tozzi bombati braccioli, schienale inclinato all’indietro, la quale respinta di rimbalzo aveva rivoltata l’irregolare frangia d’un tappetino rettangolare e ora mostrava sul sedile ampiamente tappezzato una diffusione centralizzata e una discolorazione diminuente. L’altra: un’esile sedia con gambe in fuori, fatta di canne curvate e lucide, piazzata precisamente davanti all’altra, con assetto dalla cima alla base verniciato marrone scuro e sedile rotondo di giunco bianco brillante. ] ESAMINA SEDIE Significazioni di somiglianza, di simbolismo, di postura, di evidenza circostanziale e di testimonianza iperdurabile. ] GUARDA SPAZIO CREDENZA Un pianoforte verticale (Cadby) con tastiera scoperta: sulla chiusa cassa un paio di guanti lunghi e gialli per signora, un posacenere color smeraldo contenente quattro fiammiferi usati, una sigaretta parzialmente consumata e due scoloriti bocchini di sigaretta: appoggiata al leggio la musica di Vecchia dolce canzon d’amore (parole di G. Clifton Bingham, musica di J. L. Molloy, un successo di Madame Antoinette Sterling) in chiave di sol naturale per voce e pianoforte: musica aperta sull’ultima pagina con finali indicazioni ad libitum, forte, pedale, animato, sostenuto, pedale, ritirando, fine. ] GUARDA SPECCHIO L’immagine d’un uomo solitario (ipsorelativo) mutevole (aliorelativo). ] GUARDA UOMO IPSORELATIVO Fratelli e sorelle, non ne aveva alcuno. Anche suo padre era figlio di nessuno. ] GUARDA ALIORELATIVO Dall’infanzia alla maturità era somigliato alla sua materna procreatrice. Dalla maturità alla senilità sarebbe somigliato ancor di piú al suo paterno procreatore. ] ESAMINA SPECCHIO Il riflesso ottico di parecchi volumi invertiti, impropriamente ordinati, e non nell’ordine delle comuni lettere alfabetiche, con scintillanti titoli nei due scaffali di libri là di fronte. ] ESAMINA LIBRERIA Almanacco Thom delle Poste e Telegrafi, Dublino, 1886. Denis Florence M‘Carthy, Opere poetiche (foglia di faggio ramata come segnalibro a pag. 5). Shakespeare, Opere (marocchino granata, fregi dorati). Il perfetto calcolatore (tela marrone). Storia segreta della corte di Carlo II (tela rossa, fregi). La guida del bimbo (tela azzurra). Le bellezze di Killarney (fascetta). Quando eravamo ragazzi, di William O’Brien, M. P. (tela verde, lievemente sbiadita, busta segnalibro a pag. 217). Pensieri scelti di Spinoza (pelle marrone). La storia dei Cieli, di Sir Robert Ball (tela azzurra). Ellis, Tre viaggi nel Madagascar (tela marrone, titolo obliterato). Corrispondenza Stark-Munro, di A. Conan Doyle, proprietà della città di Dublino, Biblioteca pubblica, 106 Capel Street, prestito del 21 maggio (vigilia di Pentecoste) 1904, con restituzione il 4 giugno 1904; ritardo di 13 giorni (tela nera, etichetta bianca per classificazione). Viaggi in Cina, di «Viator» (ricoperto di carta marrone, titolo in inchiostro rosso). Filosofia del Talmud (brossura cucita). Lockhart, Vita di Napoleone (copertina mancante, annotazioni ai margini minimizzano le vittorie ed esagerano le sconfitte del protagonista). Soll und Haben, di Gustav Freytag (cartone nero, caratteri gotici, tagliando premio di sigarette come segnalibro a pag. 24). Hozier, Storia della guerra russo-turca (tela marrone, 2 volumi, etichetta ingommata, Biblioteca della Guarnigione, Governor’s Parade, Gibilterra, sulla retrocopertina vestimentaria). Laurence Bloomfield in Irlanda, di William Allingham (seconda edizione, tela verde, disegno del trifoglio dorato, nome del precedente proprietario grattato via dal recto della guardia). Manuale di astronomia (copertina rilegata in cuoio marrone, distaccata, 5 tavole, caratteri tipografici antichi in filosofia, note dell’autore in corpo 6 a piè di pagina, rubricazione indici marginali, didascalie a caratteri pica piccoli). Vita segreta di Cristo (cartone nero). Sulla scia del sole (tela gialla, mancante pagina del titolo, titolo ripetuto in testa d’ogni pagina). La forza fisica e come ottenerla, di Eugen Sandow (tela rossa). Brevi eppur semplici elementi di geometria, scritto in francese da padre Ignat. Pardies e tradotto in inglese da John Harris D. D. Londra, stampato per i tipi di R. Knaplock alla Bishop Head MDCCXI, con un’epistola dedicatoria al degno amico signor Charles Cox, Membro del parlamento per la contrada di Southwark e con nota calligrafica a inchiostro attestante essere il libro di proprietà di Michael Gallagher, e richiedendo in questo 10 di maggio 1822 a chi trovasse detto libro qualora esso dovesse disperdersi, di restituirlo a Michael Gallagher, falegname, abitante a Dufery Gate, Enniscorthy, contea di Wicklow, il piú bel paese del mondo. ] GUARDA LIBRO GROSSO Storia della guerra russo-turca di Hozier. ] ESAMINA STORIA GUERRA RUSSO-TURCA Il nome d’una battaglia decisiva (dimenticato) ricordato spesso da un ufficiale con un ruolo decisivo, il maggiore Brian Cooper Tweedy (ricordato).

17. marzo 2015 by fabrizio venerandi
Categories: Interactive Fiction | Leave a comment

Leave a Reply

Required fields are marked *