Corsi base e avanzato per la creazione ebook: Genova e Torino La tua libreria
Scegli la tua newsletter
facebook

ePubEditor e Quintadicopertina

Schermata 2015-02-16 alle 11.06.32Dal 2012 Quintadicopertina oltre a essere “casa editrice digitale” è anche agenzia di servizi editoriali, impegnata nel trovare soluzioni e risposte per editori che cercano strategie per muoversi nel mercato digitale.

I punti critici di questa fase sono condivisi fra piccoli e grandi editori, e spaziano dai costi di digitalizzazione (di una ‘buona’ digitalizzazione), all’organizzazione di un workflow in casa editrice che possa essere condiviso da editor e ‘tecnici’ (e magari permetta una uscita sia su carta che in digitale al termine di un unico flusso di lavoro), ai limiti dati dalla mancanza di strumenti efficaci di progettazione di un testo digitale.

Non trovando sul mercato qualcosa di adatto a rispondere a queste necessità, abbiamo deciso di investire in prima persona per proporre uno strumento da utilizzare in diversi ambiti, testato prima all’interno della nostra casa editrice e poi messo a disposizione di tutti.

La nostra strada si è dunque accostata a quella di Francesco Leonetti, creatore di ePubEditor, un editor di testi in epub3 pensato specificatamente per le esigenze della didattica e della formazione. Da diversi mesi lavoriamo assieme per aggiungere ad ePubEditor funzioni e possibilità costruite a misura delle esigenze raccolte da due anni a questa parte. Con Francesco Leonetti abbiamo trovato anche una visione condivisa del mondo digitale e una comunanza di interessi che ci ha consentito di costruire un team di lavoro più solido ed efficiente, in grado di rispondere a dinamiche commerciali via via più complesse, anche per un mercato internazionale per cui siamo finalmente pronti.

Nell’impostazione del lavoro all’interno della casa editrice, nelle proposte per gli altri editori, nei nostri corsi di formazione abbiamo sempre tenuto a specificare l’importanza di conoscere il codice per chi digitalizza e non basarsi solo su strumenti terzi. EpubEditor, lungi da essere una contraddizione, rappresenta per noi un bel passo in avanti.

Chi fa ebook con un DTP tradizionale, ad esempio inDesign, ha ben presente che sta utilizzando un programma per stampare su carta e non per progettare in digitale: ha bisogno del codice in mano per affrontare eventuali futuri cambiamenti nei formati e nelle devices, potrebbe aver la necessità di splittare un testo in rete, di renderlo compatibile con SCORM, di doverlo stampare e rispettare norme (presenza di box, note, indici) che devono andare bene anche in stampa. Chiedere all’autore di effettuare modifiche a un testo già lavorato senza mettergli in mano del codice, ma monitorando – grazie a una funzione di redazione condivisa – il punto esatto su cui sta lavorando.

Ad oggi, stampiamo le nostre riviste (anzi: non solo nostre) cartacee mandando in tipografia l’impaginato di un testo progettato in xtml+css e contemporaneamente producendo un ePub pronto per la commercializzazione. Possiamo indicare che su un testo cartaceo deve essere presente una seconda colonna laterale, e che in ePub sarà visibile per esempio in link, o in un box autonomo, ed altre funzioni che fra qualche settimana caratterizzeranno la nuova versione di ePubEditor.

Il nuovo ePubeditor è progettato ancora una volta per rispondere in prima battuta alle esigenze della scuola, e rappresenta una prima offerta di una serie di servizi che nel 2015 arricchiranno le nostre proposte rivolte ad editori, professionisti del settore, redazioni periodiche ma – appunto – anche docenti, istituti scolastici. Non si tratta di un pacchetto chiuso, ma di un modello di sviluppo che ascolterà i suoi utilizzatori per raffinarsi nel tempo sempre di più: intorno a questo cuore proporremo servizi per andare oltre l’ePub, per aumentare l’esperienza multimediale, raffinare la grafica, personalizzare i testi, proporre contenuti che vadano contemporaneamente su Kindle che in tipografia per stampa in quadricromia.

Perché il cuore del digitale viene prima delle forme in cui verrà letto: nasce nel progettare storie, lavorare in spazi condivisi di sviluppo, diversificarsi per ogni tipo di lettore e studente che si vuole raggiungere.

16. febbraio 2015 by maria cecilia
Categories: Senza categoria | Tags: , , , | Leave a comment

Leave a Reply

Required fields are marked *