Boox T68 e Boox E43: la recensione di Quintadicopertina

Abbiamo avuto tra le mani in queste ultime settimane alcuni modelli davvero interessanti di Onyx, distribuiti in europa da Arta Tech. Si tratta di due modelli nuovissimi, il Boox T68 e l'ebook/smartphone E43, in uscita in questi giorni. Scriviamo di seguito alcune impressioni d'uso, invitando chiunque voglia commentare a dire la propria impressione.

foto dei due modelli Onyx

Il Boox T68 a confronto con il Kobo Aura HD e l'Onyx M92

Il Boox T68

Il Boox T68 è certamente il modello più accattivante dei tre. Con uno schermo di 6.8 pollici e una densità di pixel superiore ai 250ppi, il T68 ha una buona leggibilità del testo, un solido contrasto, e tutta una serie di caratteristiche che lo rendono - di fatto - un diretto antagonista del Kobo Aura HD. Oltre alla medesima dimensione dello schermo e dei ppi, il T68 ha infatti uno schermo touch, Wi-fi e sovrilluminazione frontale.

foto dei due modelli Onyx

Esempio di ebook aperto con il Boox T68

La funzione di lettore di ebook è buona. Il caricamento dei testi è estremamente rapido, sono presenti funzioni per la selezione del testo e per inserire note, così come per la variazione di margini e font. L'antialiasing e in generale la resa font è buona, discreta quella degli ipertesti. Sono anche presenti funzioni inedite rispetto al Kobo, come il TTS, ovvero la possibilità di ascoltare il testo che si sta leggendo attraverso una sintesi vocale.

Un ereader per smanettoni

E in queste differenze che Onyx rivolge le sue cure, cercando di vincere la sfida con Kobo puntando alla maggiore duttilità dello strumento, rispetto al wallet garden e alla pulizia dell'interfaccia dell'antagonista. Il Boox T68 appare quindi uno strumento più adatto a chi, oltre a leggere, voglia anche smanettare con la sua device: il Boox ha una uscita cuffie per ascoltare i testi, ma anche la musica; è possibile leggere in full screen, così come ruotare lo schermo; è possibile annotare e inserire disegni al tratto all'interno dei pdf, così come avere un rudimentale reflow nella lettura degli stessi; oltre al "tocco" è possibile attivare opzioni e girare pagine con i quattro tasti laterali e i cinque a fondo schermo; sono presenti applicazioni: una calcolatrice, un browser, un visore immagini, un programma gestione musica e un programma di gestione e-mail.

foto dei due modelli Onyx

Tra un classico e l'altro, possiamo anche leggere lo spam arrivato via mail

Ed è qui che si attua il giro di boa di Boox Onyx T68: Play Store. Il device Onyx, costruito su Android 4.0.4, è aperto. È possibile per l'utente usarlo come normale ebook reader, ma anche per scaricare e installare applicazioni di terze parti.

Abbiamo provato, ad esempio, a installare un lettore EPUB3 come Gitden Reader per fare girare alcuni EPUB3 in lavorazione a Quintadicopertina, con risultati molto interessanti, così come abbiamo installato Menestrello per poter ascoltare e leggere in e-ink EPUB3 con media overlay.

Come funzionano le applicazioni Android su e-ink? In genere possiamo dire che maggiore è la pulizia della applicazione Android scaricata, migliore è la resa in e-ink. Le applicazioni che usano in maniera pesante animazioni o wow effect (aka effetti di transizione), sono certamente meno adatte. Se ci si aspetta una reattività pari a quella dell'LCD, si sarà irrimediabilmente delusi. Ma se si è abituati all'e-ink statico, il refresh e lo scrolling di Boox potrebbero essere una piacevole sorpresa.

Una killer device?

Rispetto al già citato Kobo Aura HD, il Boox T68 vince nella quantità e nella ricchezza di opzioni. Dobbiamo anche dire che alcune funzioni, come la sottolineatura e l'inserimento di note in ePub, risultano più precise in Kobo, come la nitidezza nella resa dei font. Ancora: sebbene il feedback del touch sia molto buono, qualcosa deve ancora essere fatto per la gestione dei link nel lettore ebook di Onyx. Spesso, volendo toccare un link a mezzo schermo, si attivano le opzioni invece che il link, così come talvolta sui bordi si va a voltare pagina. Non ci sono infatti opzioni per personalizzare il touch dello schermo e per limitare o spegnere del tutto le zone sensibili, lasciandole libere al tocco per annotare o navigare nei testi via ipertesti.

Quando dove e come

L’Onyx Boox T68 è attualmente in prevendita sul sito di Onyx Europe, ma a breve dovrebbe arrivare anche su amazon.it, quindi in spedizione gratuita in tutta italia.

foto dei due modelli Onyx

Abbiamo scoperto che l'E43 è perfetto per leggere Locusta Temporis di Enrico Colombini

Il Boox E43

L'altra grande novità di Onyx è il suo cellulare ebook, il Boox E43. Si tratta di uno smartphone con schermo e-ink 4.3 pollici (circa 220ppi), touch capacitivo, sovrillumazione, basato su un sistema Android 2.3.5

Il dispositivo ha una chiara impronta geek, presentandosi come vero e proprio ebook con cellulare. Esistono anche funzionalità tipicamente smartphone, come la gestione della posta o la navigazione web, ma è chiaro che quello che caratterizza il modello è la possibilità di leggere in mobilità, durante le pause inattese della giornata, specie all'aperto.

Anche la scelta di non utilizzare il 3G va in quest'ottica: l'E43 non è un device che voglia sostituire un iPhone o uno smartphone Android (non ha telecamera, per citare uno degli strumenti più necessari ai selfie-dipendenti), ma si pone come alternativa a questi. Se usate un telefono e nelle pause della giornata volete affiancare la lettura di Joyce o Dumas alla consultazione compulsiva di FaceBook, ecco questo potrebbe essere un modello a cui dedicare un pensierino.

L'E43 ha una buona reattività, anche nella gestione del pitch to zoom l'illuminazione è più che buona e la leggibilità in esterno (dove spesso si tira fuori un cellulare) è impressionante, specie se confrontata con un normale smartphone lcd. Dobbiamo dire che il testing della parte telefonica è stato limitato: incidentalmente utilizziamo un operatore in rete 3G e quindi abbiamo potuto utilizzare il telefono solo in roaming, incontrando ancora i limiti del firmware non definitivo: non sempre siamo riusciti a telefonare, e i messaggi SMS partivano con una certa lentezza. Così il browser, che abbiamo utilizzato in wi-fi, era ancora in versione prototipa, con problemi e chiusure su alcuni siti. Non possiamo garantire sulla durata nominale della batteria (qualche settimana), perché il modello a nostra disposizione aveva certamente dei programmi di debugging attivi che ne inficiavano l'autonomia. Siamo però certi che si tratti di problemi legati al nostro modello con firmware non definitivo.

foto dei due modelli Onyx

Il piccolo ma generoso browser integrato (il cucchiaino non è normalmente in dotazione).

Ma non è meglio un e-reader tradizionale?

Dopo una settimana d'uso dobbiamo dire che questo modello, specie se verrà commercializzato alla cifra che ci è stata anticipata (attorno ai 160 euro), ha una sua ragione d'essere e potrebbe trovare un significativo bacino di utenza. Non pensiamo in realtà ai neonati digitali, quanto a chi invece ha la necessità di tenere con sé un cellulare e non voglia portarsi dietro un e-reader dedicato per tutti i momenti di lettura occasionale che possono sorgere nella vita di tutti i giorni. Kafka può vincere contro Angry Bird? Questo non lo sappiamo, ma può porsi come alternativa intelligente per tutti coloro a cui di Angry Bird interessa poco.

Quando dove e come

Anche questo modello, come il fratello maggiore, a breve dovrebbe arrivare anche su amazon.it, quindi in spedizione gratuita in tutta italia. È invece da oggi disponibile su amazon Italia il modello T68, al prezzo di 179€ spedizione compresa. Maggiori informazioni direttamente sullo store Amazon.

Un ringraziamento ad Arta Tech per averci permesso di mettere sotto torchio i prototipi per questa recensione.

Commenti  

 
0 #1 antonello 2014-09-09 13:23
Sono daccordo con voi sule grandi potenzialità di questi nuovi prodotti Onyx. Però, a parte i problemi tecnici, ad es. del T68,mi sembra che rischino di fare un po' di confusione, nonostante i lodevoli sforzi. Mi spiego: per il solo mercato russo a maggio è stato lanciato un bellissimo i63 "Newton" con e-carta ma android 2.3 (basterebbe farlo anche in inglese e venderlo anche da quest'altra parte; poi quasi in contemporanea è uscito il T68 con schermo e-pearl ma android 4.0 e dimensioni un po' grandi, anche per un 6,8". Non si poteva fare una sintesi tra i due? Sarebbe stato perfetto, e-carta+android 4.0, magari un 6" ed un 6,8". Fine dei giochi. Boh.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

joomla template